Dante e l'Arte

La rivista Dante e l’Arte ha come obiettivo mettere in luce e studiare la centralità di Dante nella creazione artistica a lui contemporanea e dei secoli successivi, fino ad oggi. La struttura ordinaria della rivista è in due parti: nella prima ci si occupa esclusivamente di Arte in tutte le sue declinazioni (iconografia, teatro, musica, ecc.) all'interno dell’opera dantesca; nella seconda della sua ricezione nell’Arte (teatro, arti visive, musica, letteratura, ecc.) dal ‘300 in poi. Inoltre si aggiungono una sezione di note relative a pubblicazioni o iniziative legate ai campi tematici d'interesse e un’altra dedicata alle recensioni delle pubblicazioni recenti.
Le illustrazioni delle intestazioni sono di Narcís Comadira.

Vol 3 (2016): Dante e il cinema I

Fascicolo completo

Leggi l'intero fascicolo PDF

Sommario

Copetina e Crediti
 
PDF
1-4

Presentazione

 
PDF
5-8

Dossier monografico

Alfonso Amendola, Mario Tirino
PDF
11-38
Delio De Martino
PDF
39-56
Edoardo Ripari
PDF
57-72
Raffaele Pinto
PDF
73-90
Gino Frezza
PDF
91-104
Mary Watt
105-118

Articoli

Marianna Villa
PDF
121-142
Paolo Cascio
PDF
143-166
Rosa Affatato
PDF
167-190

Note

Paolo Cherchi
PDF
193-200

Recensioni

Alessandra Forte
PDF
203-208
Simonetta Doglione
PDF
209-214
Gino Frezza
PDF
215-220

Avvisi

 

Call for papers: Dante e il fumetto

 

La rivista «Dante e l'arte» invita a presentare contributi per il numero 5, il cui dossier è dedicato a «Dante e i fumetti». La scadenza per l’invio degli articoli è il 31 dicembre 2017.

Esiste una influenza culturale dell’opera di Dante sul fumetto? Quali le opere del fumetto occidentale e orientale che possono ricondursi ai temi danteschi? Quali fra queste sono meritevoli di un’analisi non pregiudiziale, ma rinnovata nel metodo di approccio e nella prospettiva interpretativa? Dante costituisce una parte non minima dell’immaginario occidentale, dal medioevo a tutt’oggi, e talune configurazioni di tale immaginario oggi prettamente e maggioritariamente audiovisivo, possono aver raccolto l’eredità culturale dantesca e averla rielaborata in diverse modalità specifiche, o persino attraverso figure, modi espressivi, sensibilità e visualizzazioni, peculiari. Anche in questo caso, dunque, l’eredità e la “fortuna” dell’opera di Dante non si racchiude in influenze e determinazioni culturali “lineari”, ma in forme indirette e talora eccentriche...

Ecco le principali linee guida della nuova call for papers de la rivista: ulteriori indicazioni e riflessioni nel testo completo di questo avviso.

 
Inserito: 2017-02-17 [leggi tutto]
 
Altri avvisi...